Quanto costa fare un sito web? Ecco i prezzi nel 2021

Quanto costa fare un sito web? Questa è la domanda che tutti si pongono: indipendentemente che tu sia un cliente o un webmaster in erba, sicuramente almeno una volta nella vita hai digitato questa domanda nella barra di ricerca di Google. Sì perché avrai notato che i prezzi differiscono in base alle aziende o al professionista a cui ti rivolgi. Ma da cosa dipende la variante di prezzo? Un attimo di pazienza e proverò a risponderti nella maniera più chiara.

SEI INTERESSATO ANCHE A CONOSCERE COME FUNZIONA INSTAGRAM? LEGGI ANCHE Gestione profili Instagram nel 2021: ecco come funziona l’algoritmo

quanto-costa-fare-un-sito-web

Quanto costa fare un sito web?

La risposta è DIPENDE. Non esiste un prezzo fisso come quando si va al tabaccaio. Ci sono tante variabili da considerare, ma prima che tu vada via da qui, voglio spiegarti bene quali sono queste componenti da prendere in considerazione. Così, sia che tu sia un cliente che vuole impostare il suo budget, sia che tu sia un webmaster che vuole sapere quanto percepire, alla fine di questo articolo avrai le idee più chiare (o almeno così spero). Prima di tutto un sito può essere realizzato in diversi modi.

Fino a qualche anno fa, la creazione di un sito web era riservata ai programmatori che avevano studiato html, css e js. Realizzare un sito web richiedeva uno studio di base, tanto tempo e di conseguenza un sito web costava tanti soldi (parliamo di importi a 4 zeri). Oggigiorno ci sono ancora sviluppatori che realizzano in questo modo i siti, ma in tanti si sono convertiti ai CMS. Cos’è il CMS? È l’acronimo di Content Management System che per dirla alla Wikipedia “è uno strumento software, installato su un server web, il cui compito è facilitare la gestione dei contenuti di siti web, svincolando il webmaster da conoscenze tecniche specifiche di programmazione Web”.

WordPress, il CMS più popolare

Tra i più popolari CMS ci sono Joomla, Drupal e WordPress. Quest’ultimo è quello che il nostro team utilizza per realizzare i siti web. “Ok, ma quanto costa fare un sito web con WordPress?”, questa è la domanda che ti starai ponendo e ti rispondo come prima: DIPENDE! No, non voglio fare il parafulmine, ma anche qui ci sono le cosiddette variabili che determinano il prezzo. Di certo ti posso dire che in linea di massima un sito fatto con un CMS costa meno di uno sviluppato da zero da un programmatore. Fondamentalmente perché richiede meno tempo per realizzarlo.

Alcuni screditano WordPress, ma la verità è che negli ultimi anni è diventato il CSM più utilizzato perché ha una schermata di gestione (backend) abbastanza intuitiva che permette la gestione dei contenuti anche da parte di chi a malapena sa accendere un computer. Immaginiamo ad esempio che il cliente commissioni un blog di informazione sportiva come può essere chiamarsibomber.com, dove lavorano più redattori. Per poter scrivere un articolo basta avere le credenziali d’accesso del sito, non bisogna essere dei geni della programmazione o fare chissà quali acrobazie. Altro punto di forza di wordpress sono i plugin.

I plugin di WordPress e il SEO

I plugin di Wp sono degli strumenti che permettono di integrare delle funzioni extra a quelle basiche del CMS. Come ad esempio inserire il contact form in una pagina, oppure un carosello d’immagini. O anche fare SEO. Cos’è il SEO? È l’acronimo di Seach Engine Optimization, che tradotto letteralmente significa Ottimizzazione per il motore di ricerca. Creare un sito web ma non migliorarne il posizionamento o SEO è un po’ come acquistare una bella macchina senza motore. Sì bello da vedere ma non andrai da nessuna parte con una scatola vuota.

Ecco perché l’ottimizzazione SEO è una variabile importante e che fa lievitare il prezzo nel preventivo. Attenzione: posizionamento da non confondere con indicizzazione. Con quest’ultima si chiede ai motori di ricerca di inserire il sito all’interno di un indice. È una pratica abbastanza semplice e veloce. Il SEO invece consiste in una serie di tecniche da applicare per far comparire il sito nelle prime posizioni della SERP (pagine di risultato del motore di ricerca). Ci vogliono settimane, se non mesi per ottenere questo risultato. E non tutti sanno farlo. Bisogna rivolgersi a un SEO Specialist.

Altro fattore importante per capire quanto costa fare un sito web è l’esperienza utente o user experiece come si suol dire oggigiorno. Per massimizzare la UX occorre che il sito sia veloce (soprattutto su mobile) e che permetta all’utente di arrivare facilmente al contenuto ricercato. A tal proposito, se si tratta di blog d’informazione è necessario installare il framework AMP che sta per Accelerated Mobile Pages. Sostanzialmente è un sistema per velocizzare i tempi di caricamento dei siti da dispositivi mobili. I siti AMP sono solitamente nei primi posti della SERP, proprio perché la velocità è un fattore molto importante in ottica SEO. Per questo motivo, quando realizziamo siti web d’informazione, applichiamo sempre la versione AMP e mettiamo il nostro SEO Specialist al servizio del cliente.

Quindi: quanto costa fare un sito web?

“Se credi che un professionista ti costi troppo è perché non hai idea di quanto ti costerà alla fine un incompetente”, dice un vecchio adagio. Innanzitutto se hai ambizione di guadagnare dal tuo sito web attraverso la vendita o semplicemente attraverso le visualizzazioni, diffida dai site builder che ti propongono di fare siti in 5 minuti col drag & drop (trascina e rilascia). Diffida anche da chi ti chiede poco e per poco intendo sotto i 500 euro. O è un amico che ti sta facendo un favore oppure ti farà pagare ogni lavoro extra e molte volte il problema l’avrà causato lui stesso.

Un buon sito vetrina costa dai 1.000 euro in su. Per un e-commerce considera dai 2.000 euro in su. I prezzi, ovviamente indicativi, come detto sopra, dipendono da tanti altri fattori, ovvero: quante pagine contiene il sito, numero di prodotti in vendita (nel caso di un e-commerce). Le grafiche le fornisce il cliente o devono essere create dal webmaster? E i contenuti testuali? Il cliente vuole che venga fatto un lavoro di SEO? Spero comunque di averti dato un aiuto a stilare il tuo budget o il tuo preventivo nel caso tu sia un webmaster alle prime armi. Se hai ancora domande non esitare a commentare.

Articolo precedente
Gestione profili Instagram nel 2021: ecco come funziona l’algoritmo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu